Translate

giovedì 7 maggio 2015

RICCO CONTORNO O PIATTO VEGANO ?


" Nessuno può essere saggio a stomaco vuoto"

G.Heliot




Può essere un ricco contorno che bene accompagna un piatto di carne o di pesce, ma anche un semplice piatto unico, vegetariano, anzi vegano.




In ogni caso, oltre ad essere un piatto di aspetto invitante, molto colorato, è anche molto buono, davvero appetitoso.



Facile da preparare, si mette tutto in forno ed ogni tanto si controlla e si mescola per ottenere una cottura uniforme. Sembra banale ma l'accostamento dei sapori è veramente riuscito.




Ho trovato la ricetta in questo magnifico libro.  Un manuale di cucina  un po' rustica, veramente fatto bene, adatto a tutti, principianti e non.



Soprattutto vi si trovano ricette non sofisticate o terribilmente elaborate (ultimamente capita spesso), ma di grande risultato sia dal punto di vista estetico che del gusto.



Anche questo libro della stessa serie ( Luxury Books ) è davvero degno di nota. Praticamente messi assieme formano la mia "Bibbia culinaria" e non mi hanno mai deluso. Per esempio, in quest'ultimo libro, la ricetta dell' hummus è fantastica. Il più buono che abbia mai mangiato e forse il segreto sta nell'uso del cumino o nella proporzione degli ingredienti, chissà !

Ma tornando alla ricetta di partenza, ecco come procedere :

PATATE, POMODORI E OLIVE AL FORNO.
Riscalda il forno a 200 gradi. Pela 1 Kg di patate e tagliale a pezzetti. Mettile in una pentola di acqua fredda e porta a ebollizione. Lascia sobbollire per 10 minuti poi scola. Trasferisci le patate in una grande teglia per arrosti. In una piccola ciotola emulsiona 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, 2 cucchiai di succo di limone e 2 cucchiai di rosmarino tritato grossolanamente. Amalgama, mescolando bene, e versa sulle patate. Insaporisci con sale marino e pepe nero appena macinato e rigira le patate con le mani in modo che siano completamente rivestite di condimento. Inforna per 10 minuti, poi togli dal fuoco e aggiungi 500 g di pomodorini datterini, e 20 olive kalamata. Rimetti in forno e cuoci ancora per 15-20 minuti, finchè i pomodorini iniziano a disfarsi. Servi tiepido.
( Io aggiungo olive nere cotte al forno e olive taggiasche. A volte aggiungo anche  cipollotti. E in più foglie di basilico e origano. Insomma tutte aggiunte mediterranee)
Una cosa è certa : viene sempre molto buono !


4 commenti:

  1. Potresti essere così carina da passarmi la ricetta dell'hummus? E' un piatto che adoro e che mi faccio spesso, ma penso che sia perfettibile, io il cumino lo metto nell'acqua di cottura, ma ... c'è sempre da imparare. E tu che proporzioni usi?

    RispondiElimina
  2. Eccoti qui la ricetta testualmente riportata:
    Metti in un blender o in un robot da cucina 175 g di ceci cotti, 2 cucchiai di succo di limone, 3 cucchiai di tahini, 1 cucchiaino di cumino in polvere, 1 spicchio di aglio e un pizzico di pepe di Cayenna. Frulla fino ad ottenere un purè, se necessario aggiungi un po' di acqua di cottura per renderlo più omogeneo.. Condisci con sale e pepe nero appena macinato, poi aggiungi 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.
    A dir la verità io mi trovo meglio ad aggiungere un po' di olio già mentre frullo e poi io metto pochissimo aglio perchè se ne avanza per il giorno dopo l'odore ed il sapore dell'aglio diventa prepotente. Insomma assaggia ed aggiusta la ricetta a tuo piacimento. A me la mia piace moltissimo e a quanto pare anche ai miei ospiti. . . :-)

    RispondiElimina
  3. Ho preso nota. Correggerò passando dal cumuno in semi nell'acqua di cottura a quello in polvere direttamente nella pietanza, che forse è meglio. Grazie mille. Ciao Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero ti piaccia di più, tentare non nuoce. :-) Ciao !

      Elimina